Contattaci EN

Settore civile ISOLAMENTO DEL SOLAIO

La copertura non isolata rappresenta una delle maggiori vie di dispersione del calore dell'edificio; l'applicazione di feltri in lana di vetro sulla soletta (sia piana che a volte) del sottotetto è una soluzione estremamente semplice ed economica per isolare in modo efficace questa zona e consentire il recupero di energia, con un intervento che rientra fra quelli che permettono di accedere gli incentivi fiscali per riqualificazione energetica dell'edificio.Se si desidera avere invece una superficie calpestabile, l'isolamento può essere realizzato con pannelli rigidi e resistenti a compressione, con eventuale successivo getto di un massetto armato.

SOTTOTETTI NON ABITABILI

E' sufficiente un isolante che possa essere posato senza particolari modalità o accorgimenti, di spessore elevato in quanto non è prevista l'abitabilità (lane minerali in rotolo oppure isolanti a pannelli). Inoltre questo sistema di isolamento presenta il vantaggio di non dover riscaldare il volume tecnico del solaio, garantendo così un notevole risparmio di energia.

In sottotetti di difficile accesso per la posa di isolanti in rotoli o pannelli, è possibile eseguire un insufflaggio libero con intervento rapido, di facile esecuzione, efficace ed economico.

SOTTOTETTI ABITABILI

Questo tipo di intervento è realizzato sulla struttura portante a falda e si presta in modo particolare al "recupero ai fini abitativi dei sottotetti esistenti".

I materiali isolanti utilizzabili in questa applicazione sono molti, dalle lane minerali (lana di roccia o di vetro), alla fibra di legno, al sughero, ai pannelli sintetici (polistirene espanso sinterizzato o estruso, poliuretano).

News ed aggiornamenti

  • 13 Luglio 2017

    AGEVOLAZIONE PER LA RISTRUTTURAZIONE

    I contribuenti possono usufruire di detrazioni del 50% o del 36% su spese sostenute.

    Se gli interventi di ristrutturazione sono realizzati su immobili residenziali adibiti a esercizio commerciale, la detrazione spetta nella misura ridotta del 50%.

    A differenza della precedente normativa, dal 2017 l’agevolazione riguarda non soltanto gli edifici che si trovano nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2) ma anche quelli situati nelle zone a minor rischio (zona sismica 3).

    L'agevolazione spetta ai proprietari immobili ed ai titolari di diritti reali/personali. 

  • 13 Luglio 2017

    AGEVOLAZIONE PER IL RISPARMIO ENERGETICO

    La legge di stabilità prevede che la detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sia al 65%.

    Sono ammessi alla detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d'impresa, che possiedono l'immobile oggetto di intervento.

    Le detrazioni spettano alle spese sostenute o documentate che sono rimaste a carico del contribuente.

    In particolare, le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per:

    - il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre, comprensive di infissi);
    - l’installazione di pannelli solari;
    - la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
    - la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento.

Galleria immagini

Per qualsiasi informazione in merito alle nostre attività, per ricevere un preventivo o maggiori dettagli riguardanti lavorazioni personalizzate non esitare a contattarci.

Richiedi informazioni