Contattaci EN

Settore civile CARTONGESSO - PARETI, CONTROPARETI E CONTROSOFFITTI

Realizzazione di pareti, contropareti e controsoffitti in cartongesso, gessofibra, fibrocemento con eventuale decorazione.

Per isolare termicamente dall'interno in controparete o controsoffitto, realizzare nuove tramezze divisorie o ribassamenti.

I sistemi di edilizia a secco con lastre in cartongesso e materiali affini (gesso-fibra, fibrocemento, calcio-silicato, lastre accoppiate), sono la risposta più attuale alle moderne esigenze dell'edilizia d'interni ed esterni.

Consentono un facile allocamento dell'impiantistica, sono leggeri e resistenti, migliorano le condizioni abitative ed ambientali, consentono di realizzare rapidamente e con estrema versatilità, facilità e pulizia moltissime soluzioni costruttive.

  • Pareti divisorie e perimetrali
  • Contro-pareti sia interne che esterne
  • Contro-soffitti ispezionabili e non ispezionabili

Per le pareti perimetrali, ad esempio, la tecnica "tradizionale" di isolamento è quella di realizzare una doppia muratura, creando un'intercapedine all'interno della quale può essere posizionato l'isolante termoacustico prescelto.

Nelle pareti divisorie interne all'edificio che separano diverse unità immobiliari, invece, l'aspetto principale è legato all'isolamento acustico.

News ed aggiornamenti

  • 13 Luglio 2017

    AGEVOLAZIONE PER LA RISTRUTTURAZIONE

    I contribuenti possono usufruire di detrazioni del 50% o del 36% su spese sostenute.

    Se gli interventi di ristrutturazione sono realizzati su immobili residenziali adibiti a esercizio commerciale, la detrazione spetta nella misura ridotta del 50%.

    A differenza della precedente normativa, dal 2017 l’agevolazione riguarda non soltanto gli edifici che si trovano nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2) ma anche quelli situati nelle zone a minor rischio (zona sismica 3).

    L'agevolazione spetta ai proprietari immobili ed ai titolari di diritti reali/personali. 

  • 13 Luglio 2017

    AGEVOLAZIONE PER IL RISPARMIO ENERGETICO

    La legge di stabilità prevede che la detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sia al 65%.

    Sono ammessi alla detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d'impresa, che possiedono l'immobile oggetto di intervento.

    Le detrazioni spettano alle spese sostenute o documentate che sono rimaste a carico del contribuente.

    In particolare, le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per:

    - il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre, comprensive di infissi);
    - l’installazione di pannelli solari;
    - la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
    - la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento.

Galleria immagini

Per qualsiasi informazione in merito alle nostre attività, per ricevere un preventivo o maggiori dettagli riguardanti lavorazioni personalizzate non esitare a contattarci.

Richiedi informazioni